Muore anche il marchio Ovi, adesso sarà tutto semplicemente Nokia

Continua la macelleria, o se preferite la riorganizzazione, degli asset Nokia. Dopo aver ucciso nella culla MeeGo e dopo aver mandato all’ospizio Symbian si decide per lasciar perdere anche il marchio Ovi che identificava tutti i servizi di Nokia (Ovi Suite, Ovi Store, Ovi Maps, Ovi Mail, Ovi Chat…) per utilizzare il marchio principale: semplicemente Nokia. La ragione sarebbe quella di non confondere gli utenti appena arriveranno i prodotti Microsoft.

Entrato in servizio nel 2008 Ovi rappresentava la sfera di servizi online offerta da Nokia a complemento dei propri cellulari e smartphone. Ovi è la parola finlandese per “porta” e in questo senso rende bene l’idea di accesso ad un mondo di servizi che nel corso del tempo si è andato ingrandendosi fino ad includere le mappe, la sincronizzazione delle informazioni e così via.

E pensare che un mese fa si scriveva che erano tutti contenti di Ovi Store. Adesso si chiamerà Nokia Store. Fin qui nulla di male. Ma non è tutto qui.

Si comincia a vociferare della possibilità che Microsoft possa acquistare tutta l’azienda e sarebbe l’atto finale.

Al momento si tratta di un’ipotesi azzardata, ma dal momento che Microsoft e Nokia fondono i loro servizi rimane fuori solo la parte di produzione dell’hardware. Microsoft avrebbe quindi una struttura di produzione in grado di competere sullo stesso piano con Apple e con una marcia in più rispetto a Google. Il campo degli smartphone rappresenta sicuramente un’importante settore del futuro ed è meglio attrezzarsi il meglio possibile per un settore dove la multinazionale di Redmond fatica ad imporsi (vedi anche il fallimento dello Zune) e la voglia di spendere possiamo dire che c’è visto che nei giorni passati Microsoft ha ufficializzato l’acquisizione di Skype. La semplificazione dei marchi Nokia sarebbe quindi funzionale ad un eventuale passaggio di mano futuro con una clientela abituata ad un solo brand.

E quale futuro quindi per Qt? Sappiamo già che a Microsoft non interessa perché non è previsto un porting su Windows Phone 7. Se Microsoft acquisisse il controllo di Nokia si rischierebbe di farlo finire in secondo piano nell’attesa di farlo sparire. Una prospettiva veramente demotivante.

2 thoughts on “Muore anche il marchio Ovi, adesso sarà tutto semplicemente Nokia

Leave a Reply

Your email address will not be published.