We are open! Symbian diventa di dominio pubblico

Nokia ha definitivamente ripreso in mano le gestione di Symbian realizzando la promessa della distribuzione open del sistema operativo. Nello stesso annuncio Nokia conferma ancora una volta di voler continuare a puntare su Symbian nei prossimi anni malgrado l’adozione di Windows Phone 7.

Visto che l’era Foundation non ha dato i risultati sperati Nokia ha deciso già da tempo di trasformare Symbian per la terza volta. Quindi dopo la versione proprietaria e dopo la struttura di fondazione è arrivato il momento per Symbian di diventare open source. Quindi da ora è possibile per chiunque far parte del progetto scaricandone i sorgenti e collaborando al suo miglioramento accedendo all’apposito sito.

Ma c’è anche dell’altro: come annunciato Symbian passerà dal classico sistema di release (Symbian^1, Symbian^3…) ad una rolling release. Gli aggiornamenti dei vari componenti arriveranno quindi man mano che saranno pronti e quindi esisterà una sola versione Current valida per tutti. Sicuramente la cosa sarà molto interessante e in teoria dovrebbe anche evitare di avere dei dispositivi che non possono approfittare delle ultime novità del sistema operativo.

In effetti però è un passaggio un po’ ambiguo per Symbian. Da una parte Nokia ne riprende totalmente il controllo e con una sola testa pensante si è in grado di prendere delle decisioni più drastiche, dall’altra però la stessa Nokia non sa bene cosa farsene di Symbian. Solo poche settimane fa è stato annunciato il passaggio al Windows Phone 7 di Microsoft come sistema operativo principale stabilendo che per Symbian è arrivato il tempo di morire. Nella migliore delle ipotesi c’è anche MeeGo.

Il cambio di strategia rischia quindi di essere arrivato troppo tardi per avere un qualsivoglia effetto. Personalmente non considero che la sopravvivenza di Symbian sia un punto fondamentale nel futuro di Nokia, ma, come detto negli articoli precedenti, è il fatto di non voler effettuare il porting di Qt su Windows ad essere veramente demenziale. Se si voleva creare una comunità che possa essere alternativa a quelle legate a iOS e Android bastava coccolare quella che c’era già e non fare tabula rasa.

 

2 commenti su “We are open! Symbian diventa di dominio pubblico”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *